IL PREZZO DEL BITCOIN RADDOPPIA NEL PRIMO TRIMESTRE GUIDATO DALLE ISTITUZIONI; COSA C’È NEL SECONDO TRIMESTRE?

Bitcoin è entrato in una mania di rialzo nel primo trimestre dell’anno.

La criptovaluta di punta ha avuto un’impennata di circa il 102% poiché gli investitori non hanno mostrato alcun timore di assumere rischi. Al contrario, l’hanno abbracciata mentre i tassi di interesse sui titoli di stato sono aumentati ma sono rimasti vicini ai loro livelli storicamente bassi. I nuovi pacchetti di stimoli governativi hanno ulteriormente spinto gli investitori verso gli angoli rischiosi del mercato, mostrando un sacco di liquidità fiat nel mercato, in attesa di entrare in attività speculative.

CHE TRIMESTRE!

Quando il 2021 è iniziato, gli investitori di bitcoin non sapevano che i Democratici avrebbero spazzato sia la Camera che il Senato. Ma quando la cosiddetta spazzata blu è avvenuta, ha aperto la strada al loro leader, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, per spingere attraverso un pacchetto di stimolo espansivo di quanto molti avevano previsto.

La liquidità aggiuntiva in dollari tende a rendere rialzisti gli investitori e i commercianti di bitcoin.

Il mese prossimo ha visto uno dei più celebri investimenti in bitcoin mai effettuati, guidato dalla Tesla di Elon Musk, che ha aggiunto 1,5 miliardi di dollari di bitcoin nei suoi bilanci.

La casa automobilistica statunitense ha dichiarato chiaramente nei suoi documenti di sicurezza che considera Bitcoin come un bene di riserva di valore come il contante. Ha aggiunto che avrebbe iniziato ad accettare la criptovaluta come pagamento per i suoi veicoli elettrici, una promessa che ha realizzato prima della chiusura del Q1. La società di pagamento Square ha anche aggiunto 170 milioni di dollari di BTC nelle sue riserve, oltre al suo investimento di 50 milioni di dollari l’anno scorso.

D’altra parte, MicroStrategy ha continuato a rastrellare Bitcoin in ogni tentativo di correzione dei prezzi.

Nel solo Q1, la società di software intelligence quotata al Nasdaq ha comprato 19.714 BTC in due round separati. Nel frattempo, Bank of New York Mellon, Mastercard, Visa, PayPal, Morgan Stanley e Goldman Sachs hanno annunciato servizi abilitati alle criptovalute, alimentando le prospettive di maggiori interessi al dettaglio e istituzionali in Bitcoin nei prossimi trimestri.

BITCOIN FOMO O FUD NEL Q2?

Quando le tendenze funzionano, funzionano davvero.

Gli investitori con opinioni scettiche hanno cercato di prevedere un imminente crollo del mercato Bitcoin. Tuttavia, ognuna delle correzioni al ribasso della criptovaluta dal suo top di sessione ha incontrato un forte accumulo. Questo coincide con un saldo in calo nei portafogli che detengono più di 1.000 BTC e uno in aumento in quelli che detengono meno di 10 BTC, il che mostra un maggiore interesse al dettaglio mentre la cosiddetta „rich-list“ si assicura i suoi profitti.

Le prestazioni passate non sono indicative dei risultati futuri.

Il secondo trimestre per Bitcoin inizia con la prospettiva di andare ancora più in alto, guidato dall’esplosivo piano di spesa per le infrastrutture del presidente Biden. Il 78enne democratico ha detto mercoledì che vuole raccogliere altri 2 trilioni di dollari in sovvenzioni per le infrastrutture, per lo più finanziate da aumenti delle tasse aziendali.

Gli investitori potrebbero vedere più spesa come un motivo per andare a lungo termine rialzista sul Bitcoin.

I rendimenti dei titoli di stato a lunga scadenza potrebbero aumentare ulteriormente nel secondo trimestre, con la nota del Tesoro a 1 anno che punta a rendimenti superiori al 2%. La Federal Reserve vuole mantenere l’inflazione sopra il 2%, quindi è probabile che il sell-off delle obbligazioni riprenda rimanendo intorno all’obiettivo della banca centrale.

OPPURE…

…in un raro colpo al bitcoin, la Fed potrebbe aumentare i suoi tassi di riferimento dopo aver mantenuto il suo quasi zero per più di 12 mesi. Il suo presidente Jerome Powell ha smentito tali anticipazioni in passato, assicurando che andrebbero avanti con tassi più bassi fino al 2024.

Le performance passate non sono indicative dei risultati futuri.

L’inflazione potrebbe anche danneggiare le aziende in crescita, poiché i loro futuri dollari hanno meno potere d’acquisto. Molti credono che potrebbe portarli ad aggiustare i loro portafogli di liquidità per accumulare asset sperimentali. Bitcoin appare come un ottimo candidato in questo caso, soprattutto perché le aziende di investimento mainstream lanciano servizi abilitati alle criptovalute per i loro clienti facoltosi.

Tutto sommato, il secondo trimestre riguarda sia una correzione tecnica al ribasso che un’ulteriore spinta istituzionale. L’inflazione è uno dei driver principali per il Bitcoin andando avanti.